Home
Partecipanti

Obiettivi

Linee di Ricerca

Attività

Progetto VALORYZA

STRATEGIE INNOVATIVE PER LA COMPETITIVITA’
E LA SICUREZZA ALIMENTARE

 DEL RISO ITALIANO

 

Tematica: QUALITA’ E SICUREZZA ALIMENTARE – FILIERA CEREALICOLA RISO

Progetto finanziato dal Ministero per le Politiche Agricole e Forestali

 
Durata del Progetto: 36 mesi   
Costo ammesso: Euro 279800,00 
dal: 01-01-2007 al 31-12-2009
Finanziamento concesso: Euro 277002,00

Coordinamento: 



 

 



CRA – Istituto sperimentale per la Cerealicoltura                    

            Sezione specializzata per la Risicoltura

            s.s.11 per Torino km 2.5

            13100 Vercelli

 

Tel:  0161-391134                  Fax: 0161-294206

e-mail:   isce.vc@entecra.it
WEB:     www.cerealicoltura.it/vercelli

 



 

Coordinatore 

 

Elisabetta Lupotto     elisabetta.lupotto@entecra.it

 
Parole chiave:

Riso (Oryza sativa ssp. japonica), sicurezza alimentare, resistenza a stress biotici ed abiotici, risorse genetiche, genomica, marcatori molecolari.

 

 

Partecipano al Progetto:

 

 

 

 

 

 

 

 

Fondazione Parco Tecnologico Padano (FPTP)

Via Einstein, Località Cascina Codazza

26900 Lodi (LO)

WEB: www.tecnoparco.org

 

Pietro Piffanelli
Tel. 0371-4662662
e-mail: pietro.piffanelli@tecnoparco.org
Alessandra Stella
Tel. 0371-4662690
e-mail: alessandra.stella@tecnoparco.org







Titolo della Ricerca:

 

Caratterizzazione molecolare della variabilità genetica di varietà di riso italiane per la resistenza a stress biotici e abiotici

 

 

 

 

Ente Nazionale Risi– Centro Ricerche sul Riso

s.s. per Ceretto Lomellina 4

27030 Castello d’Agogna (PV)

WEB: www.enterisi.it

Maurizio Tabacchi
Tel. : 038425601
e-mail: m.tabacchi@enterisi.it

 

 

 

 

Titolo della Ricerca:

 

Esplorazione della variabilità genetica in germoplasma di riso temperato per caratteristiche élite

 

 

 

 

 

 

 

Dipartimento di Scienze Biomolecolari e Biotecnologie

Università degli studi di Milano

Via Celoria 2627030

20133, Milano

WEB: www.sbb.unimi.it

 

Mirella Sari Gorla, Tel 02 50315014       e-mail mirella.sarigorla@unimi.it
Martin Kater, Tel 02 50315013              e-mail martin.kater@unimi.it
Carla Frova, Tel
02 50315012               e-mail carla. frova@unimi.it   

 

 

 

 

 

 

Titolo della Ricerca:

Esplorazione e induzione di variabilità genetica per l’identificazione e la caratterizzazione di geni importanti per l’adattabilità a stress abiotici
Caratteristiche delle Unità Operative (UO) partecipanti e delle collaborazioni  esterne

 

La fattibilità della ricerca proposta è basata sulla specifica esperienza dei partecipanti nei vari settori componenti l’approccio multidisciplinare proposto, sulla disponibilità di competenze specifiche nei vari settori – dalla genetica molecolare, biochimica, fisiologia, chimica analitica ad alta definizione, bio-informatica, analisi genomica avanzata (Piattaforma Genomica del CERSA-PTP di high-throughput genotyping dotata di LIMS) alla agronomia (strumentazione, materiale e campi sperimentali specifici in area risicola).

 

Il C.R.A.–Istituto sperimentale per la Cerealicoltura, coordina e partecipa al progetto con l’intervento delle competenze presenti in due Sezioni diverse di ISCE: Vercelli e Fiorenzuola d’Arda (CRA-ISCE.VC e CRA-ISCE.FDA) in collaborazione tra loro. Il C.R.A. ha sviluppato competenze in tutti i settori della ricerca che afferiscono al progetto, e partecipa a progetti con tematiche correlate, a finanziamento CEE e nazionale (WEB: www.cerealicoltura.it; www.entecra.it). Le attività specifiche del C.R.A. sarano complementate dalla collaborazione con il Centro Grandi Strumenti della Università degli studi di Pavia (CGS-UNIPV), per lo studio dei composti volatili caratterizzanti l’aroma delle varietà di riso aromatiche. Il CGS è un centro specializzato dotato di strumentazioni analitiche specifiche per le analisi ad alta definizione, ed ha note competenze in materia di gestione ed elaborazione dati mediante softwares bioinformatici (WEB: www.cgs.unipv.it). Inoltre il C.R.A. svilupperà una parte riguardante il ruolo dei funghi biotrofi della rizosfera come effettori benefici sia per la captazione del cadmio sia per le resistenza al secco, in collaborazione con l’Istituto per la Protezione delle Piante del CNR presso il Dipartimento di Biologia Vegetale della Università di Torino (IPP-CNR). L’IPP ha note competenze nello studio delle popolazioni fungine della rizosfera e partecipa a grandi progetti nazionali ed internazionali per le sue competenze in materia (WEB: www.csmt.to.cnr.it; www.ipp.cnr.it; www.bioveg.unito.it).

Partecipano al progetto: Elisabetta Lupotto, Stefano Cavigiolo, Diego Greppi, Chiara Lanzanova, Marta Vallino (CRA-ISCE.VC); Giampiero Valè, Gianni Tacconi, Valeria Terzi, Alberto Gianinetti, Francesca Finocchiaro (CRA-ISCE.FDA); Giorgio Mellerio, Federica Corana, Barbara Cavagna (UNIPV-CGS)

Il Dipartimento di Scienze Biomolecolari e Biotecnologie dell’Università degli Studi di Milano (UNIMI) partecipano al progetto in stretta collaborazione tra loro e con gli altri partners. I dipartimenti oltre che disporre di laboratori attrezzati, sala calcolo, serre e campi sperimentali, offrono la possibilità di utilizzare grandi attrezzature, incluse quelle necessarie per studi di genomica, e di condividere tutte le tecnologie più innovative (WEB: www.sbb.unimi.it)

Partecipano al progetto: Mirella Sari Gorla, Carla Frova, Martin Kater

 

Il Centro Ricerche e Studi Agroalimentari (CERSA) è il centro di ricerca del Parco Tecnologico Padano di Lodi (PTP) (WEB: www.tecnoparco.org) che con il Polo Universitario ad esso associato costituisce il più grande centro di eccellenza per le agrobiotecnologie dell’area nord-Italia. I settori di ricerca del PTP sono concentrati sui temi della: sicurezza alimentare, tutela della biodiversità, tracciabilità, miglioramento genetico e resistenza alle patologie. Nello specifico il progetto prevede la partecipazione dei settori della Piattaforma Genomica per le analisi di high-throughput genotyping gestite da un sistema LIMS (Laboratory Informatic Management System), e della Sezione di Bioinformatica. Il PTP metterà a disposizione di tale progetto 1 tecnico di genotyping ed 1 bioinformatico della Sezione di Bioinformatica per le analisi dei dati di genotyping (TILLING) ottenuti.

Partecipano al progetto: Pietro Piffanelli, Alessandra Stella, Pamela Abbruscato, Gianluca Bruschi

 

Il Centro Ricerche sul Riso dell’Ente Nazionale Risi (ENR) (WEB: www.enterisi.it) partecipa al progetto con le competenze del Dipartimento di Miglioramento Genetico e Servizio Sementi e con l’impegno di due ricercatori e la predisposizione dell’impiego a tempo determinato di un collaboratore tecnico. Il CRR-ENR dispone di tutte le strutture necessarie allo svolgimento dell’attività di allevamento vegetale (serra, attrezzature varie per semina e raccolta e appezzamenti di terreno la coltivazione in campo), nonché di un germoplasma opportunamente conservato con una collezione di circa 2000 diverse accessioni di riso. Il CRR-ENR ha sviluppato competenze specifiche nella valutazione della diversità genetica del riso, partecipando anche al programma “Miglioramento genetico e biodiversità del riso coltivato in Italia” in collaborazione con Università di Milano e Pavia, coordinato dal prof. Sala e finanziato dalla Fondazione Bussolera-Branca.

Partecipano al progetto: Maurizio Tabacchi, Laetitia Borgo

 

 

In stretta associazione con i Partecipanti al progetto, collaboreranno e costituiranno altresì un panel di esperti nei vari settori, i seguenti componenti, afferenti al mondo produttivo e dell’industria, i quali hanno fornito le lettere di interesse a supporto del progetto VALORYZA:

 

- Amministrazione Provincia di Vercelli – Assessorato alla Agricoltura (Vercelli)

- Consorzio di Tutela e Valorizzazione delle Varietà Tipiche di Riso Italiano (Vercelli)

- Consorzio di Tutela del Vialone Nano Veronese (Isola della Scala - VR)

- Industria di trasformazione Riso Gallo (Robbio Lomellina – PV)